Saturday, October 18, 2008

Joe “the Plumber” e il prezzo delle uova

L'eccitazione per le ormai prossime elezioni del nuovo imper... ehm, presidente americano ha raggiunto anche l'isola di Laputa, anche se, come ci racconta il nostro inviato, anche in questo caso i laputiani si interessano di particolari di cui noi, qui da terra, in genere non capiamo l'importanza.

Il fatto che ha provocato lo scompiglio sull'isola volante, infatti, è l'assunzione a centro della campagna di Joe l'idraulico – che peraltro si è poi scoperto non essere esattamente un idraulico qualunque – strattagemma elettorale degli ormai disperati spin-doctors di Mc Cain.

Ma lascio che sia il nostro Pesce Volante a raccontarvi dell'atmosfera festosa di Laputa, e mi limito ad augurarvi buona lettura e buon fine settimana.
___________________________

Di Giovanni Pesce


Isaac Asimov, scrittore di fantascienza, nell’ Agosto 1955 scrisse un breve racconto su come si sarebbero svolte le elezioni Usa di Giovedì (!) 4 Novembre 2008.

A Laputa ci si è preparati per questo evento con grande attesa ed ora, molto vicini alla data, siamo ansiosi di controllare l’esattezza delle previsioni di Isaac.

I testi del nostro collega Asimov mettevano in evidenza come si potesse meglio organizzare la democrazia elettiva negli USA utilizzando con metodo scientifico gli strumenti tecnologici a disposizione.

In pratica, un grande calcolatore Multivac avrebbe selezionato il miglior elettore e l’organizzazione avrebbe predisposto una serie di domande, all’apparenza innocenti, ma decisive per individuare il prossimo inquilino della Casa Bianca di Washington.

La domanda chiave da porre all’esaminando, così come viene riportata da Sir Isaac, è questa :
Cosa ne pensa del prezzo delle uova?
Un software particolare avrebbe interpretato la risposta e, come l’oracolo di Delphi, avrebbe proclamato il vincitore del test elettorale.

Nel testo integrale di quel racconto, conosciutissimo sotto molti titoli “Franchise” “IF” “Election Day” “Diritto di voto” “Oggi si vota”, leggiamo come
L'Elettore dell'Anno,… Norman Muller, semplice commesso di un piccolo magazzino di Bloomington, Indiana, che non era nato grande e non aveva raggiunto la grandezza, si sarebbe trovato nella straordinaria posizione di un uomo su cui si fondava la Grandezza.
Caspita, non pensavamo che la fantascienza fosse così vicina alla realtà, ma in questi giorni McCain e Obama si sono dati battaglia per conquistare l’Elettore dell’Anno: Joe Wurzelbacher, sconosciuto idraulico.

Al Centro di Igiene Mentale di Laputa abbiamo sghignazzato per ore ed ore, tra fumi d’alcool antidepressivi, piani quinquennali e calendari più o meno esatti; alcuni hanno fatto voto di assoluta castità elettorale, in quanto ci si immaginava che sarebbe andata a finire così:
In questo mondo imperfetto, i cittadini sovrani della prima e più grande Democrazia Elettronica avevano, per mezzo di Norman Muller - per suo mezzo! - esercitato ancora una volta il loro libero e inalienabile diritto di voto.
La E-Democracy è ormai, in realtà, una delle più grandi costruzioni sociali della FantaStoria dell’Umanità, un meccanismo dove le masse possono essere guidate dalla volontà di un uomo “qualunque”, un idraulico o un semplice commesso di un piccolo magazzino.

E poi…
Multivac valuta ogni sorta di fattori noti, miliardi di fattori. Uno, tuttavia, rimane un'incognita e resterà tale ancora per molto tempo: il modello delle reazioni della mente umana. Ciascun americano è soggetto alla mente plasmatrice di quello che gli altri americani fanno e dicono, di ciò che gli viene fatto e che lui fa agli altri. Si può portare un americano qualsiasi da Multivac perché esso esamini il suo atteggiamento mentale. Da quello si valuterà l'atteggiamento di tutte le altre menti del Paese. Alcuni cittadini sono più adatti di altri a questo scopo in un dato periodo, a seconda degli avvenimenti dell'anno. Multivac ha scelto voi come il più rappresentativo, quest'anno. Non il più brillante, il più forte o il più fortunato; semplicemente il più rappresentativo. Non si può dubitare di Multivac, no?
Possiamo fidarci di tutto ciò? Per Bacco, no!

4 comments:

GianniPesce said...

AUGURI!!!!

GRANDE PAX!!

Paxtibi said...

Grazie! :-)

Ashoka said...

Ok questo è il post ufficiale per gli auguri! AUGURONI!

Andrea said...

Auguri grandissimo! :-)

Sick boy