Thursday, October 23, 2008

“Barrack” Obama test

Seguite le tracce, vedete un po' voi dove arrivate...

1) Discorso di Barack Obama all'AIPAC, 3 giugno 2008:

“Farò tutto ciò che è in mio potere per impedire all'Iran di ottenere un'arma nucleare. Questo inizia con una diplomazia aggressiva e di principio senza controproducenti precondizioni, ma con una comprensione chiara dei nostri interessi. Non abbiamo tempo da perdere. Non possiamo eliminare senza condizioni un approccio che potrebbe impedire all'Iran di ottenere un'arma nucleare.”

2) Barack Obama al New York Times Op-ed, 14 luglio 2008:

“Come ho detto molte volte, dobbiamo essere tanto attenti nell'uscire dell'Iraq quanto lo siamo stati nell'entrare
[sic]. Possiamo riposizionare in sicurezza le nostre brigate di combattimento ad un ritmo che consentirebbe di rimuoverle in 16 mesi. Che sarebbe nell'estate del 2010 – due anni da oggi e più di sette anni dopo l'inizio della guerra. Dopo questo riposizionamento, una forza residua in Iraq eseguirebbe missioni limitate: inseguendo quel che resta di Al Qaeda in Mesopotamia, proteggendo i membri dei servizi americani e, a condizione che gli iracheni realizzino progressi politici, addestrando forze della sicurezza irachena.”

“Finire la guerra [in Iraq] è essenziale per raggiungere i nostri più vasti obiettivi strategici, cominciando con l'Afghanistan ed il Pakistan [...] Come presidente, io perseguirei una nuova strategia e comincierei fornendo almeno due brigate supplementari per sostenere il nostro sforzo in Afghanistan. Abbiamo bisogno di più truppe, più elicotteri [...];”

“Farò della lotta contro Al Qaeda ed i talebani la massima priorità, come dovrebbe essere. Questa è una guerra che dobbiamo vincere.”

3) Barack Obama al Time Magazine Forum, 11 settembre 2008:

“Se andremo in guerra, allora ci andremo tutti, non solo qualcuno.”

4) Il figlio di Milton Friedman, Colin “Fialetta” Powell, Ken “Cakewalk” Adelman dichiarano il loro sostegno ad Obama.


5 )Infine, sibillina dichiarazione di Biden, che riporto prima in inglese per farvi apprezzare tutte le sfumature:

“Mark my words,” the Democratic vice presidential nominee warned at the second of his two Seattle fundraisers Sunday. “It will not be six months before the world tests Barack Obama like they did John Kennedy. The world is looking. We’re about to elect a brilliant 47-year-old senator president of the United States of America. Remember I said it standing here if you don’t remember anything else I said. Watch, we’re gonna have an international crisis, a generated crisis, to test the mettle of this guy.”

“I can give you at least four or five scenarios from where it might originate,” Biden said to Emerald City supporters, mentioning the Middle East and Russia as possibilities. “And he’s gonna need help. And the kind of help he’s gonna need is, he’s gonna need you - not financially to help him - we’re gonna need you to use your influence, your influence within the community, to stand with him. Because it’s not gonna be apparent initially, it’s not gonna be apparent that we’re right.”

***

“Segnatevi le mie parole” ha avvertito domenica il candidato democratico alla vice presidenza alla seconda delle sue due raccolte di fondi a Seattle. “Non ci saranno sei mesi prima che il mondo testi Barack Obama come fecero con John Kennedy. Il mondo sta osservando. Stiamo per eleggere un brillante senatore di 47 anni presidente degli Stati Uniti d'America. Ricordate che ve l'ho detto qui, seppur non ricorderete nient'altro di quel che ho detto. Prestate attenzione, stiamo per avere una crisi internazionale, una crisi generata, per verificare il coraggio di quest'uomo.”

“Posso darvi almeno quattro o cinque scenari su dove potrebbe nascere,” ha detto Biden ai sostenitori di Emerald City, menzionando il Medio Oriente e la Russia come possibilità. “E avrà bisogno d'aiuto. Ed il genere di aiuto di cui avrà bisogno, avrà bisogno di voi – non di aiuto finanziario – avremo bisogno che voi usiate la vostra influenza, la vostra influenza all'interno della comunità, che vi leviate al suo fianco. Perché non sarà inizialmente evidente, non sarà evidente che saremo nel giusto.”
WTF?!?

7 comments:

Anonymous said...

What The Fuck ? Secondo me sbaglia. I mesi sono otto. Per la precisione sette mesi e venti giorni. Sì, sì, la comunità dovrà levarsi al suo fianco un pochino prima, naturalmente.

Che gioco sporco, mamma mia.

Però, questo è davvero sorprendente, o mostruoso, stanno rivelando i loro piani, in anticipo. Il demonio è talmente egoista e superbo di sè, che ormai non ce la fa proprio, a reggere il semolino. Oggi sfida la creazione in diretta tv, o davanti ai microfoni. Come quel demente di SB, che si è lasciato sfuggire la prossima, probabile, chiusura delle Borse.

Messier.

Nicola said...

Scusate ma mi devo essere perso qualcosa... cosa vuol dire l'ultimo oscuro e inquietante intervento di Binden ? Cosa vogliono dire i 6 mesi ? A cosa si riferisce ? Non l'ho capito...

Paxtibi said...

Sarà una sorpresa...

astrolabio said...

no ho capito che centra il povero david friedman

Paxtibi said...

Neanch'io!

Anonymous said...

Ciao Pax carissimo...
Mi sono permesso di linkare questo tuo esaustivo articolo nel mio Blog a mò di spiegazione..
Un saluto da clausneghe e grazie.

Paxtibi said...

Di niente Claus, e buon 11! :-)