Sunday, February 10, 2008

La pesca miracolosa

In questi tempi in cui si parla molto di crisi globale della pesca, ho trovato oltremodo curiosa la storia di Bluefields (segnalata da Cryptogon), una cittadina sulla costa del Nicaragua che con la pesca si sta arricchendo oltre ogni fantasia: si costruiscono nuove, lussuose case, si edificano scuole, addirittura si ripara il tetto della chiesa. Ma non pescando molluschi, pesci o cetacei, bensì... cocaina!

Proprio così: basta inoltrarsi nelle lagune che bagnano la costa per imbattersi, presto o tardi, in qualche bel pacchetto di coca di ottima qualità. Il mistero è presto svelato: la località si trova proprio sulla rotta dei motoscafi che dalla Colombia trasportano la bianca polvere verso l'insaziabile naso dello zio Sam, e quando le autorità statunitensi riescono ad intercettarli, i trafficanti gettano tutto o parte del carico, per eliminare le prove o anche solo per alleggerire i veloci scafi e sfuggire alla cattura. Il gioco di correnti trasporta i pacchi verso le spiagge di Bluefields, dove i pescatori li raccolgono e li vendono poi ad altri trafficanti sulla costa o anche a turisti di passaggio:
L'applicazione di legge in Bluefields è praticamente invisibile “una turista svizzera mi ha appena detto che quando è andata al supermercato hanno provato a venderle cocaina,” dice Orozco.

La polizia e la marina hanno poche risorse e ancor meno fiducia dal pubblico locale. Bluefields è effettivamente una nazione anarchica: nessun governo, nessuna istituzione organizzata e le regole sono fatte dai gruppi della comunità.

Considerata la grande quantità di cocaina in città, la violenza è sorprendentemente rara. Gli scontri a fuoco sono quasi assenti e la maggior parte della città sembra gironzolare o giocare a baseball tutto il giorno per esplodere di energia la sera, fornita dal Flor de Cana, un rum nicaraguense, dal pesce fresco, da una fornitura infinita di ostriche locali, e “dall'aragosta bianca”.
Se non altro, c'è almeno un posto al mondo in cui la grande truffa della “guerra alla droga” è sicuramente un bene. Chissà come sono le leggi per l'immigrazione, a Bluefields...