Friday, February 22, 2008

Premio Caligola - Febbraio '08

Riecco il Premio Caligola - Il potere gli ha dato alla testa, e riecco subito il vincitore dell'ultima edizione nuovamente in concorso: cosa succede in California? Si sa che è una località tradizionalmente frequentata da matti, ma ora stanno esagerando. Dopo l'intenzione di controllare i condizionatori dei suoi cittadini, questa volta li vogliono spruzzare con un pesticida, per condurre una delle solite guerre scatenate dagli stati, in questo caso la guerra alla tignola (“War on Tignol?”). Pare che il pestifero lepidottero utilizzi tattiche di guerriglia molto avanzate, nascondendosi nel tessuto urbano e si dice anche utilizzando scudi umani come i jihadisti. Ma “se non sarà possibile portarli alla giustizia, la giustizia sarà portata a loro,” di conseguenza via con i bombardamenti a tappeto di antiparassitari su San Francisco!

La seconda nomination,
segnalata dal buon Giorgio Mattiuzzo, è invece di taglio più mondano, anzi, di taglia: se la guadagna infatti il ministero della Sanità spagnolo, che pare non aver altro da fare che occuparsi delle misure degli abiti femminili, evidentemente in Spagna devono pensare che la salute abbia qualcosa a che fare con la famosa domanda “mi fa grassa?” Mi rendo conto, non è una gran tragedia, ma il Premio vuole premiare la follia dell'autorità, e mai come in questo caso si può a ragione parlare di camicia di forza, taglia extralarge.

Il terzo concorrente arriva dalla perfida Albione, è un professore e come tale potrebbe benissimo rientrare nella categoria mad scientists, e il suo nome è già tutto un programma: si chiama infatti Julian Le Grand, è il presidente di Health England e la sua proposta lascia effettivamente intuire una grandeur interiore che vorrebbe uscire allo scoperto. Vorrebbe infatti obbligare i fumatori ad ottenere una licenza annua da 10 sterline per avere il permesso di fumare. Temo però che dovrà comprarla lui per primo perché deve aver fumato qualcosa di parecchio pesante prima di ricevere l'illuminazione, non c'è dubbio. Passala!

In questo clima di campagna elettorale preparatevi quindi al vostro sacro dovere e votate, votate, votate!

___________________________

La California progetta di spruzzare pesticidi sulla città di San Francisco, la contea di Marin e l'East Bay


Il Dipartimento dell'Agricoltura di stato progetta di utilizzare questa estate degli aeroplani per spruzzare di notte un pesticida agricolo sulla città di San Francisco, sulla contea di Marin e sulla East Bay, allo scopo di eliminare un lepidottero potenzialmente distruttivo.

La poco nota proposta per eliminare il parassita della mela conosciuto come tignola, in grado, se si consolida, di distruggere l'industria agricola della regione, ha provocato crescente opposizione fra alcuni residenti che temono per la loro salute.

Centinaia di persone le cui case e i campi sono state spruzzati a Santa Cruz e nelle contee di Monterey da settembre a dicembre ha depositato rapporti secondo cui l'antiparassitario sembra aver causato tosse, problemi respiratori, dolori muscolari ed emicranie, tra altri sintomi. Una famiglia di Monterey ha segnalato che un bambino ha avuto un primo attacco di asma.

I funzionari di stato dicono che la quantità di antiparassitario applicata non dovrebbe comportare gravi rischi per la salute, ma hanno anche rifiutato di escludere che le irrorazioni possano colpire gli esseri umani, specialmente gli individui più sensibili come i bambini e gli anziani.

L'irrorazione dell'antiparassitario, denominato Checkmate, dovrebbe cominciare nella zona della baia in agosto e potrebbe continuare per cinque anni su San Francisco, Daly City, Colma, Oakland, Piedmont, Emeryville, El Cerrito, El Sobrante, Tiburon e Belvedere. Anche altri prodotti chimici potrebbero essere usati.


Antiparassitari Checkmate

Gli antiparassitari Checkmate sono disgreganti endocrini che attaccano i ricevitori di estrogeni e forzano l'attivazione e la produzione costante di estrogeni in uomini, donne e bambini. Il composto è distribuito in microcapsule di plastica molto piccole che galleggiano nell'aria come polline e che non sono state testate sugli esseri umani. Un prodotto chimico usato nella produzione di queste capsule è il preservativo BHT, che porta l'etichetta, “non inalare questo prodotto. Pericoloso per la salute respiratoria.” E il BHT, conosciuto anche come DBPC, può causare sterilità negli uomini.

___________________________

Moda: Spagna, addio alle taglie



Addio alle taglie per gli abiti femminili in Spagna, le donne saranno d'ora in poi classificate sulla base di tre tipologie. A seconda delle misure di petto, vita e fianchi saranno 'Cilindro', 'Diabolo' e 'Campana'. La raccomandazione e' del ministero della Sanità, dopo che uno studio ha rivelato che per l'86% delle donne e' difficile trovare abiti adatti alla propria taglia. Quelle attuali sono state fissate all'inizio degli anni Settanta sotto il franchismo.

___________________________


Gran-Bretagna: proposta licenza da 10 sterline per fumare

I fumatori potrebbero essere costretti a pagare 10 sterline un permesso per comprare il tabacco se un organo consultivo di salute governativo ottiene il via libera.

Nessuno potrebbe comprare sigarette senza il permesso, secondo l'idea proposta da Health England. Il suo presidente, il professor Julian Le Grand, ha detto a BBC Radio 5 Live che il progetto potrebbe fare una gran differenza sul numero di persone che smettono di fumare.

Ma il gruppo per i diritti dei fumatori Forest ha descritto l'idea come "scandalosa", considerate quante imposte i fumatori pagano già.

Il professor Le Grand, un ex consigliere dell'ex-primo ministro Tony Blair, ha detto che il denaro raccolto dalla proposta licenza andrebbe al NHS (Servizio Sanitario Nazionale). Ha detto che l'inconveniente di ottenere un permesso – così come il costo – tratterrebbe la gente dal persistere nell'abitudine di fumare.

“Devi ottenere un documento, un documento complicato – il governo è bravo nei documenti complicati; dovete avere una fotografia. È un po' un problema, così sei costretto a prendere una decisione cosciente ogni anno per scegliere di essere un fumatore.”


4 comments:

Orso von Hobantal said...

Mi viene in mente che qualche tempo fa il governo Zapatero, in un impeto di mammismo statale voleva bandire la taglia 36 (o quello che è, la più piccola, insomma) perché diseducativa, in quanto spingeva (?) le ragazze all'anoressia.

gaia said...

Dunque dunque.. Scelta non facile, come sempre.

Le spruzzate tossiche californiane sono sufficientemente folli ma, in fondo, non sono nulla di sorprendente pensando alle vaccate, anche più grosse, che hanno fatto in passato (senza farlo sapere ai malcapitati suddit.. ehm, liberi cittadini).

Non ho capito cosa c'entra il ministero della sanità con le taglie.. Comunque, idea folle anche questa ma non abbastanza da superare la terza..

Pagare una tessera per poter fumare: questa sì che è una genialata degna del peggior "Master of the Univeeerse" (e lo dico da non fumatrice).
Aspetto trepidante il giorno in cui il primo gennaio dovremo pagare la nostra bella tessera annuale per poter respirare.

Orso,
pure questa è terrificante. Ma parecchio, proprio.
:-x

rantasipi said...

Ministero spagnolo, senza dubbio. Lo zapaterismo è una delle più perniciose degenerazioni del postmodernismo.

SirPaint said...

Volevo spezzare una Lancia (Thesis!) in nome del preservativo Bht che, ai miei tempi, non esisteva e così mi ha regalato alcuni anni di vita veramente piacevole.