Thursday, January 10, 2008

Università del cazzo

Ve lo giuro: questa non me la sono inventata. Andate pure a controllare al link, questo è un corso di letteratura inglese dell'Università del Michigan. Steinbeck, Hemingway, Whitman, James...? No, meglio insegnare l'iniziazione gay. Leggere per credere.


ENGLISH 317. Letteratura e Cultura.

Sezione 002 — Come Essere Gay: Omosessualità Maschile e Iniziazione.

Descrizione del corso:

Solo perché capita che siete un uomo gay non significa che non dovete imparare come diventarlo. Gli uomini gay imparano qualcosa per conto proprio, ma spesso impariamo come essere gay da altri, o perché guardiamo a loro per istruirci o perché semplicemente ci dicono quel che pensano dobbiamo sapere, sia che chiediamo il loro consiglio oppure no.

Questo corso esaminerà il soggetto generale del ruolo che l'iniziazione gioca nella formazione dell'identità del maschio gay. Ci avvicineremo da tre angoli: (1) come pratica sub-culturale – sottile, complessa e difficile da teorizzare – che un piccolo ma significativo corpo di lavoro negli studi sull'omosessualità ha cominciato ad esplorare; (2) come tema nella scrittura gay maschile; e (3) come progetto di classe categoria, poiché il corso in sé costituirà un esperimento nel processo stesso dell'iniziazione che spera di capire.

[...]


Nota supplementare. Questo corso non è un'introduzione di base alla cultura gay maschile, ma un'esplorazione di determinate questioni che essa suscita. Presuppone una certa conoscenza di base. Gli allievi che desiderano informarsi circa gli uomini gay e la cultura gay in senso preliminare dovrebbero iscriversi ad un corso introduttivo agli studi lesbici/gay.

Sicuramente sviluppare la (omo)sessualità degli studenti – “sperimentando il processo dell'iniziazione” – è molto più urgente e importante che insegnargli a ragionare criticamente. Non sia mai che riescano a capire che l'inflazione non è un fenomeno misterioso ed inspiegabile, come la stessa università del Michigan sembrerebbe suggerire.

A questo punto è ufficiale: l'istruzione americana è andata dal culo.

7 comments:

Aladar said...

Vigiliamo affinche' in Italia non si arrivi a questo livello (...e ci siamo vicini)

libertyfighter said...

Mio Dio.
Ma perché uno solo perché da via il culo dovrebbe essere portatore di chissà quali innovazioni culturali?

@ aladar
Mi spiace, ma in Italia e in Europa quel punto se non lo abbiamo superato, lo faremo presto.
Due esempiucci.
Il ministero dell'istruzione tedesca ha spedito un opuscolo alle varie famiglie dove spiegano che è un bene effettuare stimolazioni sessuali sui loro figli in età pre-pubertà (tipo 6 anni), per aiutarli a vivere la sessualità senza problemi. Suggerisce quindi di titillare la "patatina" delle bambine, e addirittura pubblica delle oscene canzoncine per bambini delle materne dove si grida con gioia che questa non serve solo per fare pipì.....

In Italia invece, le istituzioni non sono a quel livello, ma solo grazie alla loro proverbiale inattività, se si esclude ovviamente il settore fiscale.
Però è un dato di fatto che quando parlo con le ragazze straniere mi sento ripetere sempre più spesso che il maschio italiano ormai è frocio.
Testuali parole di una ragazza sudamericana
Ma tanto voi italiani siete tutti froci

Erano tempi del latin lover.

sintagm said...

Chiediamoci perché questo succede in una state university e non ad Harvard e avremo la risposta: meno i fondi privati pesano rispetto al totale, più fioccano i corsi demenziali e viceversa.

H.I.M. said...

Concordo con Fighter,
l'italico infrocimento è a livelli oramai avanzati e sia benedetta l'inattiva della ns PA, sennò a sto punto non so in che situazioni imbarazzanti mi sarei trovato aiutando mio figlio a fare i compiti a casa.

Aladar said...

Io veramente mi riferivo all'imposizione nei libri scolastici di certe matrici storico-politiche...
@libertyfighter:
magari noi italiani fossimo tutti froci come Leonardo da Vinci e Giulio Cesare! Invece ecco qua Vladimir Luxuria e Platinette.
Vivo all'estero e quello che sento dire di noi non e' che siamo froci, ma che siamo dei masturbatori che vivono con mamma' fino a 40 anni. Ed e' fondamentalmente vero.

Pike Bishop said...

siamo dei masturbatori che vivono con mamma' fino a 40 anni
E allora???
Pratichiamo il sesso sicuro, che andrebbe bene anche dal punto di vista del NWO - non facciamo figli e siamo frustrati e spaventati - se non fosse che i bastardi vogliono di piu', vogliono che lo prendiamo nel culo anche non figurativamente.
Vaff....

Paxtibi said...

È che ci vedono solo come oggetti sessuali.

Del resto alla maggioranza delle persone piace. La dignità è una zavorra terribilmente scomoda.