Saturday, January 5, 2008

La fenomenologia degli spiriti

Riprendono le trasmissioni da Laputa, ma pare che il trasmettitore telepatico stia facendo nuovamente le bizze: stavolta deve aver intercettato un'interferenza mistica proveniente dal blog di Santaruina che ha spedito il nostro Giovanni Pesce in un'altra dimensione, decisamente esoterica. Sperando che abbia preso le dovute precauzioni, consiglio anche ai lettori una certa prudenza: il territorio esplorato è tanto affascinante quanto pericoloso.

Si potrebbero verificare perturbazioni di coscienza indesiderate. Il Gongoro non si riterrà responsabile di eventuali incidenti sincro-mistici interdimensionali.


In ogni caso, buon “viaggio” e buon fine settimana a tutti. E non dite che non vi avevo avvertiti!
___________________________

Di Giovanni Pesce


In giovane età sono stato coinvolto da questioni meramente tecniche; in particolare da motociclette ed aeroplani, ed i problemi legati alle manifestazioni dello spirito li ho lasciati da parte, seguendo gli accorati consigli di vari membri di club hegeliani (i miei professori di filosofia - ndr).
Ma dopo lo studio del volo degli aerei del settembre 2001, sono entrato in contatto con realtà a me sconosciute; da allora le scoperte mi sembrano essere senza fine.

L'ultima scoperta riguarda le eggregore ed il loro funzionamento.

Un'eggregora è un'entità formata dall'espressione corale di idee provenienti all'unisono da un gruppo sociale.

In pratica se delle persone (eggregori), in gruppo ed in contemporanea, pensano ad un unico oggetto, allora formano un anello di forza mistica teso verso un risultato spirituale collettivo; il risultato molte volte si trasforma in un'energia vitale autonoma che può ritornare agli individui che hanno dato origine all'eggregora.

La forza totale dell'eggregora non coincide necessariamente con la somma delle forze individuali, anzi se l'aggregazione è significativa allora la forza complessiva sarà ben superiore alla somma delle forze, e il risultato moltiplicherà le forze individuali.

Insomma siamo alle solite: una manifestazione sociale del gregge umano costituisce un'azione (eggregora) che genera un riflesso sul comportamento degli uomini; una situazione simile al moltiplicatore economico di Keynes.

Le eggregore possono essere positive o negative se relazionate ad eventi positivi o negativi.

Creandone due a contrasto si può gestire strategicamente una tensione come “sintesi tra opposti estremismi” e chi possiede i mezzi di comunicazione può, presentando artificiosamente delle notizie “particolari”, organizzare una strategia della tensione e tutto quello che ad essa è collegato.

In realtà per molti mesi mi sono domandato come mai i giornali le Tv e le radio presentassero notizie “strane”: fatti cruenti mai accaduti, fatti sempliciotti presentati come gravissimi o la creazione assoluta di fatti che era impossibile che autonomamente accadessero.

Non trovavo, in questi fatti, un ritorno politico sull'investimento mediatico; a prima vista non riuscivo a vedere alcun guadagno oltre a qualche leggera vendita supplementare di qualche rotocalco o quotidiano.

Il mitico Santaruina mi ha svelato l'arcano; Il vero R.O.I. (return on investiment) è la sincronizzazione degli spiriti: l'eggregora.

In realtà qualche sintomo l'avevo notato in una sincronizzazione del pensiero mio con quello di Paxtibi, e si è sempre scherzosamente ipotizzata la telepatia come causa nascosta; invece il fenomeno è più complesso: la sincronizzazione degli spiriti genera uno spirito di gruppo che governa gli spiriti individuali.

Insomma uno spirito-guida veglia e gestisce la gran massa degli spiriti individuali anche quelli più solipsisti.

Adesso mi sorge un dubbio: Ma non è che anche i nostri pensieri siano in uno stretto regime di “Comando e Controllo” gestito da un'Entità a noi sconosciuta?

Qui il paese è piccolo e la gente mormora, specialmente all' IML Club (Igiene Mentale - Laputa).

Buon anno e White Russian per tutti.

5 comments:

Padella said...

Bello il tuo blog. la pensiamo allo stesso modo su molte cose credo. Ci sono arrivato tramite Santaruina.

La storia del Gongoro è una di quelle che ho letto da piccolo sui topolini anni 50 del mio papà. E mi aveva per una qualche ragione imperscrutabile colpito.
Linko il tuo blog e ne prendo a prestito le parole dell'iraniano che non conoscevo ma che sono in linea con quanto è scritto nel mio ultimo post.

Padella

Paxtibi said...

Ho visto il tuo post, grande: per fortuna c'è ancora qualcuno immune al virus della stupidità che ci inoculano quotidianamente! Ti ho subito aggiunto al mio totem di link.

E mi aveva per una qualche ragione imperscrutabile colpito.

Imperscrutabile? No, dico: un morto vivente portatore di maledizioni vudù che appare improvvisamente a Paperopoli, se non ti colpiva una roba simile bisognava passare alle fucilate!

:-D

Santaruina said...

Io comincio a pensare che qualcuno conosca molto bene il funzionamento di tali "forme pensiero".

Potrebbe essere la chiave che dà un senso a molte operazioni altrimenti difficilmente comprensibili.

un saluto anche al prezioso corrispondente da Laputa, che non delude proprio mai :-)

Blessed be

Pike Bishop said...

Sarebbe simpatico sapere:
1. Chi e' Padella;
2. Quale e' il suo blog;
3. Il titolo del suo ultimo articolo e di cosa tratta;
4. Chi e' l'iraniano;
5. Posizione del blog di Padella sul Totem.

A meno che i gongori non stiano fondando una loggia per pochi intimi... (-:

Paxtibi said...

A Pike dev'essersi rotta la ricetrasmittente telepatica...

:-D

Il blog di Padella è questo:

http://spadelliamo.splinder.com/