Thursday, August 2, 2007

Piccolo Glossario della Neolingua #4


Legato strettamente al lemma precedente, questo verbo è una delle maschere con cui il potere dissimula se stesso e la sua natura.
___________________________

Contribuire
Significato originario:
1
v.intr. (avere) collaborare al conseguimento di un determinato risultato, concorrere: c. al successo del progetto, il suo atteggiamento ha contribuito a modificare la situazione
2
v.intr. (avere) partecipare a una spesa: c. alle spese condominiali, c. con una piccola cifra; anche ass.: contate anche me, contribuisco anch’io
3
v.tr. OB dare, offrire come contributo

Cominciamo col dire da subito che, se da un lato nella vita ciascuno affronta molteplici situazioni nelle quali condivide con altri uno scopo (da un progetto di lavoro alla convivenza in un condominio), dall'altro la vita non ha un fine comune, se non quello che deriva naturalmente dalla somma di tutti gli scopi particolari. In questo senso, il benessere comune è il benessere di ciascuno, e ciascuno vi contribuisce naturalmente cercando di vivere al meglio delle sue possibilità. Ed è qui che interviene l'ingegnere sociale, introducendo il concetto secondo cui chi migliora le proprie condizioni lo fa a scapito di altri (fingendo peraltro di non accorgersi di aver appena descritto la cosca dei politici).

Questo singolare assunto crea le condizioni per sancire il dogma del benessere che viene distribuito da un'entità superiore, dai poteri soprannaturali: lo Stato, appunto. Lo Stato che conosce la meta futura a cui tendere, che più o meno è identificabile con una società perfetta in cui tutti sono ugualmente ricchi e felici, e al raggiungimento della quale ciascuno è tenuto a contribuire. Come in tutte le religioni la ricompensa verrà, per il momento in cambio di metà del sudato guadagno delle nostre vite riceviamo la versione imperfetta, ancora incompleta di tale prodigiosa comunione d'intenti: un po' di assistenza sanitaria scadente, un programma di indottrinamento denominato buffamente istruzione (segnatevela), qualche spicciolo per il caffellatte sulla via del tramonto e qualche manganellata quando serve.

In compenso però, avremo la grande soddisfazione di aver contribuito all'inesorabile marcia dell'organismo sociale verso il paradiso terrestre (oltre che ai sollazzi sex&drug&Rock'nRolex degli esponenti della cosca: ma nel paradiso del Leviatano il sesso è libero, basta che qualcuno paghi). Che importa quindi se dal significato di contribuire è stato eliminato il concetto di volontarietà? In fondo l'ingegnere sociale, anche qui, ha agito per il nostro bene: l'intervento si è reso necessario per bypassare la riluttanza figlia del deprecabile egoismo dell'individuo, che alleggerito così del peso della scelta (=peccato) può finalmente sciogliersi nel caldo, amoroso abbraccio dell'organismo sociale.

Amen!

1 comment:

vincenzo said...

il contribuente paxtibi è insofferente per tanto verrà assegnato al lavaggio del cervello in stile Winsotniano.