Monday, August 13, 2007

Pancratium maritimum

Eccomi di ritorno dalla tradizionale settimana d'allenamento alla capanna di fango, altrimenti detta "free camping". Ovviamente, quando sarà il momento, la disponibilità di capanne in suggestive spiagge elleniche immagino sarà limitata, in compenso spero in una dotazione di toilette chimiche, vista la riluttanza dei più a scavare almeno una misera buca per terra. L'accettazione del ritorno alla civiltà dello sterco passa a quanto pare anche da queste piccole cose.

Ma bando ai sentimentalismi, eccovi il risultato di tanto allenamento. Per una volta, un post vagamente intimista, con tendenza alla lacrimuccia nostalgica. Sarà l'effetto della mezza insolazione che mi sono beccato, chissà...

Dune selvagge punteggiate di gigli di mare, acque di zaffiro, spettacolari tramonti mediterranei. Scenario ideale per lunghe conversazioni con un vecchio amico. Il comune pensiero che i concetti basilari di ogni cultura convergono sugli stessi comun denominatori: i legami familiari e con la propria comunità, la non aggressione, il rispetto, il rifiuto dell'invidia, del vizio. Il prossimo, colui che ci sta vicino: lui deve essere la nostra prima preoccupazione. Essere sempre pronto ad aiutare, in prima persona. Giudicare con la propria testa, essere umili senza sentirsi inferiori: la dignità. I temi che sono la vera, unica motivazione del gongoro.

Ma anche la coscienza di una malefica costante: l'intervento di avventurieri e opportunisti di ogni risma a seguito delle massime conquiste del pensiero. La creazione di una casta sacerdotale (sì, come no: anche "laica"), con delega all'istituzione di leggi e regole – ispirate dalla stessa fonte di sapere, ci dicono – la stessa casta di cui le stesse guide spirituali di ogni cultura consigliano di diffidare quando non si schierano apertamente contro di essa, contrapponendogli l'insostituibilità della partecipazione e della responsabilità individuale, valori che non emanano dall'autorità autoproclamata ma originano dall'animo di ciascuno.
Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, onora il padre e la madre, ama il prossimo tuo come te stesso. (Gesù)

Se vedi un affamato non dargli del riso: insegnagli a coltivarlo.
(Confucio)

Per l'uomo, essere libero significa essere riconosciuto e trattato come tale da un altro uomo, da tutti gli uomini che lo circondano.
(Bakunin)

È facile essere abbondantemente "compassionevoli" se altri sono obbligati a pagarne il costo.
(Rothbard)
Quanto è lontana la decadenza, la corruzione attuale da questi semplici concetti. Eppure: giochi di parole, giochi di prestigio, i vertici del pensiero umano – o meglio: le sue fondamenta – piegati al servizio dei più smaliziati, dei più lesti nel cogliere l'occasione, dei malintenzionati. È una costante. Poco lascia sperare nella possibilità di un cambiamento, la piallatura delle giovani menti ad opera del ministero della d/istruzione si perfeziona ogni giorno, la famosa collettività dimostra la maturità generale di una classe d'asilo infantile, e questo è sicuramente un segno che annuncia la fine della civiltà. L'ideale è davvero condannato a diventare l'arma migliore di chi ne è la negazione? Come si arresta la mutazione degli individui in cellule massificate, sempre che sia possibile?

Non ho risposte per ora. O almeno: non una risposta che sia disposto ad accettare. Ma anche i gigli di mare spuntano freschi e profumati là dove mai te li aspetteresti.

Comunque vada, non so voi ma io per la capanna di fango mi sento abbastanza pronto.

3 comments:

Camiseta Personalizada said...

Oi, achei teu blog pelo google tá bem interessante gostei desse post. Quando der dá uma passada pelo meu blog, é sobre camisetas personalizadas, mostra passo a passo como criar uma camiseta personalizada bem maneira. Se você quiser linkar meu blog no seu eu ficaria agradecido, até mais e sucesso.(If you speak English can see the version in English of the Camiseta Personalizada.If he will be possible add my blog in your blogroll I thankful, bye friend).

vincenzo said...

se la mia è in montagna allora sono pronto.

Paxtibi said...

Belle pretese, il signorino!

Ti prenderai quello che ti tocca, come tutti gli altri.