Wednesday, August 6, 2008

Good luck, suckers!

Anche se le loro intenzioni divergono sull'occupazione dell'Iraq, entrambi i candidati alle presidenziali USA sono ben decisi a vincere la guerra in Afghanistan, che da secoli è il luogo dove gli imperi vanno a morire. Forse se dessero un'occhiata a questo filmato (segnalato da Cryptogon) potrebbero anche capire il perché.

6 comments:

rumenta said...

mio dio..... il paradiso in terra...... 116 euro per un ak..... potrei morire dall'imbarazzo per la scelta in un posto del genere.....

Paxtibi said...

Se non ti fanno fuori loro prima, appena vedono il colorito della tua pelle...

:-)

rumenta said...

un mese al sole ed i contatti giusti, non chiedo altro.
poi, magari, riesco anche a portarmene a casa un paio.....
aaauuuuuuuuggggghhhhhhhhhhhh.......
questi sogni ad occhi aperti mi distruggono.......

Paxtibi said...

Magari te le fanno anche provare su qualche contractor di passaggio...

Pike Bishop said...

Quando mi dilettavo nel tiro a segno con il mio bombardone calibro .54 ad avancarica (circa 1990), un altro appassionato mi racconto' una storia a proposito del confine tra Pakistan ed Afghanistan, quando era andato a lavorare laggiu', negli anni '70, per una ditta italiana che stava costruendo una centrale termica. Sembra che si verificassero furti ai danni della ditta, furti di un solo tipo: tubi da alta pressione di piccolo diametro. Si scopri' dopo qualche tempo che venivano usati per farne canne di fucili. Il mio conoscente aveva visto fare armi da fuoco con attrezzature primordiali quali forni di fango. Una cosa molto comune era il ricamerare armi in calibri desueti o poco usatio magari il contrario, a seconda della disponibilita': ad esempio trasformare un Kalashnikov in 303 British, ex ordinanze inglesi in 308 o magari un Mauser in un avancarica! La cosa che piu' aveva colpito il mio collega del poligono era stata il fatto che le armi funzionavano bene, anzi meglio ed intelligenti modifiche venivano implementate da gente che era quanto piu' lontano si potesse immaginare dai tecnici della Beretta, ma che condividevano con loro passione e competenza, ma con mezzi molto, molto piu' rudimentali.
Nessun problema con i locali, mi raccontava: e' gente che se ti fai i cazzi tuoi ti lascia vivere a lungo, un po' come si diceva di Torino una volta.
Rumenta ha ragione, e' il paradiso. L'unico paese libero rimasto.
Salaam Aleicum...

Paxtibi said...

Ovvia, dopo questa bella testimonianza di Pike è deciso: tutti in Afghanistan!
(Quasi quasi sul serio...)

"Dove gli uomini sono uomini e le donne anche."
(Goscinny, Lucky Luke)

:-)